PARODONTITE: DEFINIZIONE E CURA

La parodontite è un’infezione dei tessuti vicini al dente che causa un lento deterioramento e indebolimento delle gengive e dell’osso alveolare. Contrastare la parodontite aiuta ad avere una bocca sana e ad allontanare sintomi quali sanguinamento, mobilità dei denti, alito cattivo, ascessi e retrazione gengivale. L’accumulo dei batteri favorisce l’insorgere di questa malattia causando la formazione di una tasca gengivale, una ritrazione dell’attacco gengivale verso la radice che genera un solco superiore ai 3mm. E’ possibile intervenire con una terapia parodontale attraverso determinate metodiche: la più semplice e meno invasiva è contraddistinta da una o più sedute di igiene professionale ambulatoriale che consentono la rimozione di placca e tartaro sotto la gengiva, cause determinanti nello sviluppo della malattia parodontale.

Il Sondaggio Parodontale permette una diagnosi precoce della parodontite attraverso la misurazione manuale della tasche gengivali; nei casi di una compromissione non grave del tessuto osseo e gengivale è possibile contrastare la malattia con il curettaggio o scaling (pulizia radicolare dei denti). Quando si è in presenza di forme piu’ gravi di parodontite è inoltre possibile intervenire con la tecnologia a ultrasuoni Vector di Durr, un trattamento professionale che elimina placca e tartaro in modo poco invasivo ma molto efficace. Anche il laser viene usato per risolvere questa patologia del cavo orale.